Arti Marziali e Sport da Combattimento - BJJ Mediterraneo CUP 2022 1

Tutti hanno paura. La differenza è che il codardo non sa controllare la sua paura; il coraggioso, invece, la supera.

Helio Gracie

Cala il sipario sulla quarta edizione del Bjj Mediterraneo Cup, tappa potentina del campionato italiano UIJJ di jiu jitsu brasiliano, che si è svolto al Palapergola domenica scorsa, 23 gennaio.

Una gara di poco più di 150 atleti, numero molto lontano dai 500 partecipanti raggiunti in quel “maledetto” 2020, quando ancora, il 2 febbraio di quell’anno, eravamo ignari di ciò che sarebbe successo di li a poco a livello mondiale.

Nonostante l’emergenza sanitaria e il picco della quarta ondata Covid in cui ci troviamo, quella di domenica è stata una giornata di grandi emozioni, come al solito, sia per gli organizzatori e lo staff reclutato per il buon andamento della manifestazione, che per gli atleti stessi, provenienti da tutta Italia, che si sono ritrovati con l’entusiasmo di sempre al primo appuntamento jiujitzeiro del nuovo anno.

Tutti, dal primo all’ultimo dei presenti domenica, hanno evidenziato quanto sia stato importante svolgere questa gara in questo momento: un messaggio di perseveranza e rinascita ma soprattutto di speranza e fiducia di ritornare a godersi lo spettacolo del Mediterraneo Cup, l’anno prossimo, senza limiti di capienza del Palazzetto e senza mascherine.

Arti Marziali e Sport da Combattimento - BJJ Mediterraneo CUP 2022 2
Arti Marziali e Sport da Combattimento - BJJ Mediterraneo CUP 2022 3

In una Potenza in versione innevata, i nostri atleti hanno affrontato lotte vere e dure come al solito.

Tra loro hanno spiccato particolarmente, per risultato e prestazione, nelle cinture viola Giuseppe Liuzzi, doppio oro in categoria e negli assoluti nel nogi, oro in categoria nel gi: un cazzuto Liuzzino! Che ha dimostrato che il colore della cintura che indossa rispecchia la maturità acquisita e non solo … gli ematomi e le ecchimosi che colleziona.

Nelle cinture blu Domenico Colucci, alfiere del team, sempre in trincea, doppio oro in categoria gi e nogi, meriterà un pò di riposo e potrà godersi le spiagge della Sardegna grazie al premio vinto come miglior team attribuitogli dai maestri Dario e Massimiliano, che lo mandano al più grande camp di jiu jitsu brasiliano: la Bjj Summer Week.

Arti Marziali e Sport da Combattimento - BJJ Mediterraneo CUP 2022 4

Ancora, Donatello Angerame, oro in categoria nogi, dimostra come sempre la sua tempra (“na fumata!”) facendo a spintoni nella categoria degli adult.
Sempre nelle blu, bravo anche Martino Viscaglia, argento in categoria nogi e bronzo negli assoluti col gi, più sicuro, preciso e dinamico nei movimenti, dismessi i panni del liutaio e del falegname fai da te, inizia ad aprire il sipario sul suo jiu jitsu.

Arti Marziali e Sport da Combattimento - BJJ Mediterraneo CUP 2022 5
Arti Marziali e Sport da Combattimento - BJJ Mediterraneo CUP 2022 6

Rimane a bocca asciutta il fabbro Nicola Palermo, nelle categorie gi e nogi, master 1, piuma, che scende dalle materassine dicendo “mi allenerò più duramente”.

Arti Marziali e Sport da Combattimento - BJJ Mediterraneo CUP 2022 7

Lottano a denti serrati Alessia Podano e Mariarosaria Faruolo nelle cinture viola adult la prima e master 1 la seconda, perdono l’oro per un soffio.

Nelle bianche, continuano ad accumulare esperienza Paolo Mecca (master 4! Assiduo allievo mattutino del nostro Caffè e jiu Jitsu), Rolando Russo, Valerio Accetta (argento nel gi) e Pasquale Calace (bronzo nel gi) e cominciano il loro percorso agonistico nel jiu jitsu brasiliano Leonardo Zaccagnino e Luigi Simone.

Arti Marziali e Sport da Combattimento - BJJ Mediterraneo CUP 2022 8
Arti Marziali e Sport da Combattimento - BJJ Mediterraneo CUP 2022 9

Vince il premio “Miglior Team” il Budo Clan del Maestro Dario Bacci, seguito dai Team Rolling Bjj e Tribe Jiu Jitsu che, come anticipato poc’anzi, sul podio hanno ricevuto anche i voucher messi in palio per la BJJ Summer Week.

Arti Marziali e Sport da Combattimento - BJJ Mediterraneo CUP 2022 10

Entusiasta il maestro Massimiliano Monaco, promotore dell’evento e referente del Team Budo Clan Basilicata, “non solo per i risultati del team ma anche per la riuscita di una perfetta organizzazione di un evento nazionale, in questo periodo di incertezza sanitaria. Tale successo non sarebbe stato possibile senza il prezioso supporto del Comune di Potenza, dell’Assessore allo Sport Patrizia Guma, dell’Unione Italiana Jiu Jitsu e degli enti Coni.“, ha commentato.

Adesso sguardo puntato al futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.