fbpx

Abbiamo tutti voglia di normalità dopo un anno esatto che abbiamo a che fare con il Covid19.

Utilizziamo quotidianamente l’aggettivo ‘normale. Attribuiamo un valore a oggetti, persone, comportamenti e situazioni facendoli ricadere nella categoria della ‘normalità’ oppure fuori, in quella zona indefinita che è l’anormalità, la diversità. Lo facciamo senza nemmeno pensarci, dando per scontato che queste categorie siano reali. Eppure il vocabolo ‘normale’ è quello dal significato più mutevole nel tempo e che utilizziamo nel modo più disparato per catalogare la realtà.

Arti Marziali e Sport da Combattimento - Una giornata normale 1

Sabato 13 marzo per noi è stata una giornata normale.

Si è svolto qui a Potenza il Campionato Interregionale Kickboxing Federkombat presso la Palestra di Montereale.

Arti Marziali e Sport da Combattimento - Una giornata normale 2

E’ stato normale preparare il borsone la sera prima, mettere la sveglia presto per andare in palestra, sentire l’adrenalina della gara e l’odore delle protezioni, ascoltare le grida dei compagni e i consigli dei maestri.

Come pure normale è stato mettersi tutti in fila all’ingresso della palestra per eseguire il tampone e rispettare minuziosamente le norme anti COVID19.

La gara, organizzata dagli amici della A.s.d Spartakus Box e della A.s.d k.b. K1 Team Romano, ha ospitato un’area tatami e un’area ring.

Arti Marziali e Sport da Combattimento - Una giornata normale 3

Tra i nostri atleti partecipanti c’erano Simone Fabrizio, che ha portato a casa la medaglia d’oro commentando “penso che l’allenamento sia un’opportunità di mantenersi attivi, non solo fisicamente ma anche mentalmente e che tornare a gareggiare per noi atleti è un punto di vittoria. Il match è stato molto combattuto sia nel primo che nel secondo round..forse nel secondo round io ho solo avuto quel guizzo in più che poi mi ha portato alla vittoria“.
Viola Monaco, brava, ha ottenuto un secondo posto, accorpata nella categoria avanzati (blu, marroni e nere) e ha osservato “è stato bello ed emozionante tornare a gareggiare dopo tanto tempo” .

Donatello Angerame, anche lui accorpato nella categoria superiore (blu, marroni, nere) che ha combattuto un ottimo match pur pagando lo scotto delle uscite tecniche.
Federico Sileo, il cui match è degno di nota! Dopo solo un anno e mezzo di pratica ha vinto il primo incontro, ma perso il secondo contro un avversario più maturo ed esperto.
Leonardo Zaccagnino, cui è sfuggita la vittoria agli ultimi secondi dell’ultimo round.
Giuliano Marzano, che è stato battuto nel contatto pieno dei seniores, provando una categoria di peso superiore, la – 74kg.
“Un match combattuto in cui Giuliano è riuscito a mettere a segno anche un conteggio, che tuttavia non è bastato a ribaltare il verdetto che si è aggiudicato, con un lavoro più preciso ed intenso il suo avversario, Giorgio Sergio”, ha evidenziato il maestro Massimiliano Monaco, aggiungendo anche “è stato importante riprendere finalmente dopo quest’anno e vivere una giornata apparentemente normale”.

Arti Marziali e Sport da Combattimento - Una giornata normale 4

Per noi e tutti gli appassionati di arti marziali e sport da combattimento quella di sabato è stata una giornata di forte emozione che siamo riusciti a vivere anche a distanza (potendo accedere al palazzetto solo atleti, tecnici e addetti ai lavori) grazie alla diretta sulla pagina Facebook dell’evento, un piccolo ritorno alla normalità, appunto.

“Ho provato orgoglio e immensa gioia nel vedere negli occhi dei ragazzi le mie stesse emozioni” ha commentato il maestro Nicola Palermo, all’angolo con il maestro Massimiliano Monaco.

Arti Marziali e Sport da Combattimento - Una giornata normale 5


Molto emozionati anche i maestri Alfredo Falconieri, Serena Lamastra e Bartolo Telesca in affiancamento arbitrale per l’occasione.

La giornata di sabato ormai è un ricordo, è già il momento di tornare a lavoro per i prossimi impegni in calendario di rilevanza nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *