Archivio Categoria: Eventi

Il grande successo del “BEAT IT” – Potenza Combat Event 2019

Kickboxing Potenza

Corazze, elmi, spade, scudi e schinieri, sembrano essere stati sostituiti dalle più comuni “protezioni” che permettono ad atleti coraggiosi di confrontarsi, in tutta sicurezza, nelle splendide arti delle discipline da combattimento, alla decima edizione del Potenza Combat Event a Potenza.

Il caldo è arrivato da pochi giorni in questa città di montagna, il sole è coperto dalle nuvole, qualche goccia di pioggia inumidisce la strada del centro, mediamente deserta nelle prime ore del sabato mattina.

Si alzano le prime saracinesche. Oltre a qualche rumore sordo si sente il tintinnio dei cucchiaini nelle tazzine da caffè. Non più di tre o quattro passanti e qualche anziano, con le mani giunte dietro alla schiena ricurva, si fermano incuriositi a guardare i ragazzi dell’Accademia che allestiscono la piazza “Prefettura”.

Potenza Combat Event - Beat It 2019 - Briefing

C’è un palco montato dal Comitato Più Sport che ci ha invitato nel più grande evento sportivo cittadino. C’è un ring che ha ospitato il “Memorial Luciano Brucoli”, organizzato dalla Boxe Potenza e dal M. Giuseppe Gruosso.

Giuseppe (Liuzzi), Nicola (Palermo) e Alfredo (Falconieri) sono all’opera. C’è Bartolo (Telesca) e il suo buon umore contagioso. Biagio (Tralli) sembra aver rotto il salvadanaio e con gli spiccioli paga alla macchinetta il parcheggio del centro storico.

La scaletta è pronta, il copione è scritto, Gianni (Befà) dispensa sorrisi.

Alessandra (Sprovera) e Mariarosaria (Faruolo), con il loro savoir faire alla sergente Hurtman di Classe di Ferro, controllano e ricontrollano gli ultimi dettagli insieme alla direttrice di gara (e dell’Accademia) Serena (Lamastra). La DONNA senza la quale il BEAT IT sarebbe potuto rimanere un comune nome di gomme da masticare che chiedi come resto al tabacchino.

Alessandra Sprovera - Mariarosaria Faruolo

Poco dopo arrivano Giampiero (Parisi), Giuseppe (Lorusso), Gerardo (Di Nuzzo) e le ragazze per la sfilata (Maria Pia Lauretta, Nives Aiello Blasi, Chiara Vaccaro ed Helenia Tramutola) con gli abiti realizzati dalla stilista Valentina Giura.

Le battute non riescono a distrarci. Siamo agitati, emozionati, come i bambini che nel pomeriggio faranno l’esame del passaggio di cintura insieme ai nostri istruttori e quelli della Kick Boxing team Biagio Tralli.

Kickboxing Potenza - esame di cintura 2019

Peso e visite fatte. Ci raggiungono tutti. Atleti, coach, ospiti e sponsor, si avvicinano in tanti.

La piazza è gremita.

È tempo del BEAT IT.

Under Card

Gianni Befà e Francesca Iuorno, in veste di presentatori per l’occasione, salutano il pubblico.

Gianni Befà - Francesca Iuorno

Michael della Giù. ne. gia. è pronto per il suo assolo, la folla si accalca sulle ringhiere, il clima è da Arena e si inizia subito FORTE.

Michele Martoccia - Micheal Jackson Impersonator

I match sono veri e duri. Tutti. Nessuno escluso. Gli arbitri capiscono che ci sarà da lavorare. La tensione e l’eccitazione si tagliano a fette. In piazza “Prefettura” tira un vento di adrenalina.

I match

Nella lowkick Giulio Mecca vince su Alessandro Di Meglio.

Lorenzo Chierca perde per K.O. ad opera di un portentoso Claudio Ruggieri che lascia il pubblico a bocca aperta, come quella delle emoji di WhatsApp.

Ottimo l’esordio di Mario De Paola vittorioso su Nicola Corrado.

Luigi Venezia strappa la vittoria a Giulio Laurino.

Nella Kickjitsu Simone Savino e Leonardo Zaccagnino, nonostante la loro giovane età, danno vita ad un match agguerritissimo che vedrà Zaccagnino vincere ai punti.

A questo punto, il talento Lucano Rossella Monaco sale sul ring e come le sirene attiravano i marinai, richiama alla piazza tutti i passanti con la sua splendida voce nel brano di Micheal Jackson “Who’s loving you

Rosella Monaco

Adesso la piazza è stracolma.

Chiudono l’Undercard i deliziosi match di KickLight di Cristian Locantore vs Emanuele Colella, parimerito; Claudio Kaloski vs Simone Fabrizio, parimerito; Rahull Kumar vs Luca Lovallo, parimerito.

Locantore vs Colella

A bordo ring comincia a crescere l’attesa per i match della main card. Ci sono atleti di spicco, tra cui Giuseppe Di Cuia, campione del mondo di full contact e Giampiero Parisi, vincitore SKT; ci sono i nostri sponsor, maestri e coach accorsi da tutta la Regione.

E’ tempo di riconoscimenti e ringraziamenti, vengono consegnate le “targhe” al presidente dell’Accademia, Bartolo Telesca, al nostro atleta Victor Garaba, per i brillanti risultati ottenuti a livello internazionale, al campione di full contact Giuseppe Lorusso, all’amico e Campione Donato Verrastro, per anni membro della nazionale FIKB, al tecnico della Nazionale M° Biagio Tralli Campione del mondo e amico, con amicizia profonda, rispetto e stima al Maestro Giuseppe Gruosso, al neo Sindaco Mario Guarente, che a sua volta ha premiato il nostro Maestro Massimiliano Monaco, a Serena Lamastra che, come Gianni Befà ha ben sottolineato, “se c’era qualcuno da premiare questo qualcuno è lei, perché lei è sempre pronta a dare”.

Il cielo sullo sfondo del Palazzo del Governo non è più azzurro, è sera ormai, l’orologio illuminato segna le nove e il palco inizia a prender vita con la presentazione delle cinture da assegnare ai fighters vincitori della main card da parte delle nostre guerriere Nives Aiello Blasi, Helenia Tramutola, Chiara Vaccaro e della modella Maria Pia Lauretta negli abiti della stilista Valentina Giura.

Beat It - PCE 2019

Salgono poi sul palco gli atleti della main card, Giovanni Salvia e Antonello Parente del Comitato Più Sport, Natalia Titova madrina dell’evento, il nostro D. T. Massimiliano Monaco e il presidente Bartolo Telesca, che ringraziano gli organizzatori della Festa dello Sport e salutano la città di Potenza. É il momento di ballare con Michael della Giu.ne.gia. sulle note di “Beat it” di Michael Jackson, sotto lo scintillio dei fuochi d’artificio.

Ntalia Titova

Inizia così la main card.

Il primo, è un match di KickLight, dove Antonello Verrastro e Lorenzo Losasso non si risparmiano. Colpo su colpo, intensità alta, vince Losasso per qualche colpo in più portato a segno…probabilmente i calci girati che ha tentato sin dalla prima ripresa.

Casalino vs Santoro

Segue l’unico match femminile della serata, Ilaria Santoro vs Alessia Casalino. Le due si studiano, si muovono, si colpiscono ripetutamente. Scambi molto tecnici. Vince Santoro che festeggia così anche il suo compleanno.

Vincenzo Lombardi vs Antonio Musto era il match fuori programma, inserito nella card all’ultimo momento e che avrebbe meritato un posto vicino al main event per l’intensità del round. Bombe a mano dal primo scambio. Vince Musto e cede la vetrina a Luigi Dimichino e Carmine Rutigliano.  È ora del K1, dove sono consentite anche le ginocchiate, Carmine ha più esperienza ed ha un bouquet di tecniche forbito, Luigi non indietreggia mai e non si sottrae allo scontro, in nessuna occasione. Vince Rutigliano ma Diminichino può essere davvero soddisfatto del suo esordio.

Questa serata é uno spettacolo, pensato per tutto un anno, un’idea fissa che non ti lascia dormire, come il prurito di una puntura di zanzara sulla caviglia, in una notte calda di estate.

Kickboxing Potenza

Tutti i pezzi si sono incastrati perfettamente come per magia e, a proposito, il Mago Giovix sfida il pioniere delle arti marziali della Basilicata Gianni Befà in uno spettacolo di escapologia, prima di lasciare lo sguardo dei presenti sul tanto atteso match Damiano Dimagli vs Giuliano Marzano.

Marzano vs Dimagli

 I due sembrano dire, “a Me gli occhi!”. Leve lunghe e calci alti per Dimagli, parte bene ma Marzano lo contrasta con il corpo a corpo ed i lowkick. Sulla distanza delle tre riprese la strategia di Marzano risulta vincente, e si aggiudica la Prima Cintura in Palio.

Giuliano Marzano - Potenza Combat Event

Il match Francesco Tumminello vs Michele Dichio vede un verdetto discutibile a nostro avviso nel K1. Vince Tumminello in un match tiratissimo che, secondo il nostro D.T. Massimiliano Monaco “avrebbe visto qualcosa in più da parte del lucano Dichio, a fronte anche di un richiamo”. Questo dilemma evidenzia ancora una volta la caratura elevata della Card, che non ha regalato match facili a nessuno.

“Appellerei il maestro Clemente come un “SIR” continua Massimiliano, “Sir Gino non ha bisogno di presentazioni e, in quanto a fair Play, ne è stato maestro indiscusso. Visibilmente stupito, con la faccia di chi ha mandato giù un boccone amaro, ha guardato con comprensione e stupore il suo campione e battuto le mani al suo avversario. Se dovessi mettere il KO of The Night, sarebbe questo il gesto che ha steso tutti”.

Di tutt’altra pasta il coach di Francesco Giannuario che non riesce ad essere posato per il verdetto (ingiusto a suo avviso) vs Antonio Gravela nel main event, che vede appunto vittorioso il campione del mondo Gravela. La compostezza di Antonio, del suo angolo e di tutto il pubblico non permettono ad una serata così di essere scalfita da nessun gesto. Il messaggio di scuse da parte del coach Luca, rivolto anche al pubblico, arriverà via whatsapp il mattino seguente.

Colucci vs Micelli

Arriviamo al match di shootboxe Piero Micelli vs Domenico Colucci. Che avesse uno score 9-0 lo sapevamo, ma che si scagliasse come una furia dal primo secondo contro Domenico non ce lo potevamo aspettare. Colpi dritti, secchi e precisi colpiscono Domenico più volte. Domenico indietreggia e non riesce a rispondere con nessuna combinazione neanche nei momenti in cui Micelli prende pausa. Ancora qualche tecnica: ginocchiate, proiezioni e ground and Pound, Domenico indietreggia e subisce l’aggressività di Piero.

La fortuna aiuta gli audaci. Non cede Domenico, stringe i denti e ci prova. E’ in svantaggio completo quando afferra il braccio dell’avversario e chiude una perfetta Kimura che sottomette Micelli che purtroppo si infortuna. A lui gli auguri di una pronta guarigione.

Domenico Colucci vince il Beat It

Colucci vince. E vince il “Beat It”

Un evento a dir poco fantastico, realizzato grazie all’impegno di tutta l’Accademia, dei genitori, degli amici, dei sostenitori, di tutta la grande famiglia sportiva che si è stretta attorno ad un ring che ha ospitato un grande spettacolo.

Più che soddisfatto il nostro Maestro Massimiliano che, con il volto un po’stanco e la voce persa ma pur sempre spiritato e adrenalinico, ha affermato “questo Galà è la vittoria di chi non smette mai di crederci”.

FIKBMS Basilicata - BEat It - pce 2019

Entusiasmo anche tra i ragazzi dello staff, orgogliosi della riuscita dell’evento e del loro Maestro, che pensa sempre in grande, che non smette mai di avere idee nuove, che consente a questa città di vivere esperienze uniche e emozionanti come questa.

E’ tardi ormai. La piazza si svuota, le luci si spengono, il ring viene smontato. Lo spettacolo è finito. E mentre l’alba comincia a sorgere…

c’è chi non dorme e pensa già…all’anno che verrà!

A breve la gallery completa del Potenza Combat Event 2019 “Beat It” e l’aftermovie dell’evento.

Non perdertelo! Seguici sulla pagina ufficiale POTENZA COMBAT EVENT.

PCE “Beat it” – 22 giugno 2019

PCE Beat It

Il Potenza Combat Event si trasforma in un galà con match di alto livello, atleti professionisti e spettacolo.

PCE Beat It

La decima edizione del Potenza Combat Event regalerà alla città di Potenza un vero e proprio spettacolo denominato “Beat it“,dedicato agli sport da combattimento sotto l’egida della Fikbms, Federazione Italiana Kickboxing Muaythai Savate Shootboxe Sambo.

Storia

Sono lontani ormai gli anni in cui alla sua prima edizione gli ideatori della manifestazione provavano a coinvolgere una manciata di atleti e le ASD lucane nel tentativo di dar vita ad un evento che promuovesse l’attività sportiva da combattimento.

Oggi il Potenza Combat Event é un appuntamento fisso per gli appassionati delle arti marziali sul territorio.
Per la decima edizione il “PCE” diventa non solo un evento sportivo ma uno show senza precedenti per la città di Potenza, dove musica, danza e intrattenimento faranno da cornice ai match.

Nessuno poteva immaginare un tale risultato, quando si diede timidamente vita al primo trofeo. Negli anni l’interesse di numerose sigle e la partecipazione di centinaia di atleti provenienti da tutto lo stivale ha fatto germogliare il seme piantato dal pluricampione del mondo M. Massimiliano Monaco insieme al M. Giuseppe Lorusso, medaglia d’Oro ai Giochi del Mediterraneo, due volte medaglia di Bronzo agli Europei e campione italiano Pro, entrambi forgiati nella scuola del M. Gianni Befà, Campione del Mondo a Budapest nel 1987. Preziosa la collaborazione del M. Serena Lamastra, il cui glorioso passato sportivo affonda le radici nei podi dei campionati nazionali ed internazionali di Kungfu Sanda Fiwuk, Fiws ed IBDF, nella kickboxing e in ultimo nel jiu jitsu brasiliano.

Fondamentale poi la collaborazione sportiva e l’amicizia con il campione del mondo M. Biagio Tralli, oggi direttore tecnico nazionale e responsabile regionale FIKBMS, e detentore di quello che è il rooster tra i più affermati in Italia.

Potenza Combat Event - Beat It

Tutto ciò ha spinto il nostro presidente Bartolo Telesca, anche lui titolato campione Italiano FIWUK, argento agli europei di Wolfsburg, a festeggiare con un Galà Pro, promosso dal Comitato Più Sport di Giovanni Salvia, il prossimo 22 giugno in piazza Mario Pagano, a Potenza, il ventennale della fondazione della prima Accademia delle Arti Marziali e degli Sport da Combattimento.

20 anni di Accademia

Il Galà sarà dunque l’evento per festeggiare la decima edizione del Potenza Combat event e il ventennale dell’Accademia che negli anni oltre ai corsi di formazione per i tecnici, ha avuto e continua ad avere una continua e prestigiosa formazione.

L’Accademia è sempre stata protagonista nella partecipazione e nell’organizzazione di seminari con personaggi di spicco che sono stati dei veri e propri punti di riferimento: Xu Hao, Huang Shao Song e Guo Hungai (per il wushu Kung Fu Sanda), Itthipol e Thurithai (per la Muaythai), Randy Williams (per il Wing Chun), Dan Inosanto, Mike Faraone, Thomas Cruise (per il Jeet Kune Do) insieme a Giuseppe Lasala (cofondatore della Scuola), Alessio Sakara, Mike Verginelli (per l’MMA), Patrizio Rizzoli (per la ShootBoxe), Riccardo Mezzetti (per lotta applicata all’MMA), Luca Sabatini (per il K1), Jean Jaques Machado (per il Brazilian Jiu Jitsu), oltre al nostro Maestro Dario Bacci (per il jiu jitsu Brasiliano) Eschilo Palmieri (per il Judo), Saverio Calabrese (per il Taekwondo) e i già citati Befà, Tralli e Lorusso (per la Kickboxing) tanto per citarni alcuni…

Un vero e proprio viaggio nel Mondo delle Arti Marziali che ha visto i fighters dell’accademia alzare le braccia nelle varie competizioni internazionali e portare in terra lucana prestigiosissimi titoli.

Il “viaggio” ha avuto innumerevoli mete: la Cina di Chengdu, al Dipartimento di Arti Marziali nel Sichuan; Hong Kong; il China Trophy vinto da Massimiliano, dalla nostra Serena e dal nostro Presidente Bartolo; la Polonia, a Cracovia e ad Atlanta negli Usa per strappare per ben due volte il Titolo Mondiale; in Germania a Wolfsburg e Braunschweig; la vittoria in Slovenia, quella a Laives e i podi internazionali nelle competizioni di Bolzano (titolo intercontinentale), Roma e Firenze (Open IBJJF e Campionato Europeo senza kimono) e Trieste (Tergeste International Cup).

Solo nell’ultimo quadriennio i titoli Italiani vinti hanno portato l’Accademia in Spagna a Benindorm per vincere il titolo Mondiale Dilettanti del Campionato Unificato Wtka-WKA(vinti nelle precedenti edizioni di Carrara).

Oltre ai diversi titoli italiani, diversi atleti hanno indossato la maglia azzurra, guidati all’angolo dai DT. Didiern Laborgne e Clod Alberton; a Madrid invece due le medaglie d’Oro nell’International Open dell’Ibjjf; una medaglia di Bronzo a Londra; una la medaglia di Argento alla coppa del mondo WAKO.

Tutto questo si aggiunge all’attività Nazionale con le medaglie d’Oro e i titoli di Campione Italiano vinti nella FIWUK e nella FIKBMS (uniche federazioni riconosciute dal CONI) i Titoli Italiani vinti nei Campionati dell’Unione Italiana Jiu Jitsu e quello nella classe A del Grappling dell’ADCC, insieme ad altre vittorie in altre single ed enti in giro per l’Italia.

…è quindi ora di fare qualcosa di bello, di grande, per festeggiare vent’anni di passione, condivisi con tanti di voi.

Anche nelle Mixed Martial Arts non ci si è fatti mancare nulla: dalla attività amatoriale a quella professionistica, si è stati presenti in numerose riunioni, tra le principali ricordiamo:
lo SLAM FC, il MILANO IN THE CAGE, lo STORM ed il DANGER portando i fighters della scuderia Monaco ad essere recensiti su SHERDOG E TAPOLOGY.

Ecco a voi la CARD del #BEATIT

#BeatIt - Potenza Combat Event 2019 - 22 giugno

Seguiteci sulla pagina ufficiale Potenza Combat Event.

Vi Aspettiamo al #BeatIt.

TROFEO CONI KINDER+ SPORT

The Gathering
The Gathering

Ritorna uno degli appuntamenti più attesi: il RADUNO ANNUALE dell’Accademia delle Arti Marziali e Sport da Combattimento di Potenza.

Una giornata all’insegna dello sport e del divertimento. Un momento per conoscersi e confrontarsi. Il momento in cui tutti gli alteti delle diverse sedi sparse sul territorio lucano si incontrano, si conoscono e si contaminano.

Una giornata aperta ai bambini e agli adulti.

Trofeo Coni – ore 16:30

Selezioni REGIONALI del Trofeo CONI Kinder+ Sport

Saranno selezionati i ragazzi che rispetteranno i parametri imposti dal CONI e meritevoli di partecipare alla finale Nazionale a Crotone e Isola Capo Rizzuto dal 26 al 29 settembre (salvo eventuali variazioni).

Il Trofeo CONI Kinder+Sport è uno dei principali progetti nazionali multisportivi per gli atleti Under 14 (fascia d’età 10-14), ispirato ai valori del fair play e del rispetto delle regole, che nasce con l’obiettivo di valorizzare la funzione promozionale dell’attività sportiva.

Trofeo Coni Kinder+ Sport 2019

Come partecipare

Per partecipare è sufficiente compilare uno dei 2 moduli (Bambini o Adulti).
Le iscrizioni termineranno giovedì 23 maggio o prima a causa del raggiungimento della capacità massima della palestra.
Non mancare! Affrettati!

Modulo Iscrizione Bambini



No

Non sei tesserato?

Vuoi sostenere i progetti della nostra Accademia?

ASSOCIATI!


BiancaGrigio-BiancaGrigiaGrigio-NeraGiallo-BiancaGiallaGiallo-NeraArancione-BiancaArancioneArancione-NeraVerde-BiancaVerdeVerde-Nera


BiancaGiallaArancioneVerdeBluMarroneNera



No

Modulo Iscrizione Adulti



No

Non sei tesserato?

Vuoi sostenere i progetti della nostra Accademia?

ASSOCIATI!


BiancaGiallaArancioneVerdeBluMarroneNera


BiancaBluViolaMarroneNera



No

Seminario di POINT FIGHTING con il M° Roberto Montuoro – Marzo 2019

Point Fighting - Seminario

Ritorna l’appuntamento con il TEAM BARRUS per il POINT FIGHTING!

Roberto Montuoro, classe ’73, napoletano DOC e con una grande esperienza di tecnico, allenatore ed atleta. Questo il suo curriculum in breve:

  • Tecnico federale FIKBMS (federazione italiana Kickboxing-Muay thai- shoot boxe)
  • Cintura nera 6º grado Kickboxing Fikbms
  • Cintura nera 3º Dan karate FIJLKAM
  • Presidente A.S.D. Hedonè Club
  • Vice Presidente A.S.D. NAK
  • Direttore tecnico nazionale italiana cadetti e juniores FIKBMS 2006-2015 Risultati agonistici Specialità Kickboxing
  • Atleta nazionale italiana FIKBMS per 12 anni
  • Tre medaglie di bronzo campionati mondiali WAKO
  • Due medaglie di bronzo campionati europei WAKO
  • Campione europeo professionisti WAKO 1995
  • 17 titoli nazionali FIKBMS Specialità karate
  • Oro campionati italiani universitari 1996 e 1998

Iscriviti al seminario! i posti sono limitati!

Mercoledì 20 marzo 2019 – ore 18:00 – 20:00 palestra LevelUp Potenza

Il seminario fa parte di uno degli appuntamenti del percorso di formazione riservato agli atleti e agli iscritti all’Accademia delle Arti Marziali.

Point Fighting - Seminario - Istruttori

Gli atleti team Barrus si affiancheranno ai Maestri durante il percorso che vedrà altri appuntamenti nell’anno.

ISCRIZIONI CHIUSE!

12 ori, 7 argenti, 5 bronzi – Interregionale Sud Italia FIKBMS

Campionati Interregionali FIKBMS Sud Italia

Ci si prepara i borsoni, le protezioni e il pranzo a sacco, la sera prima. Qualcuno più o meno volontariamente, ricorre a qualche forma di “scaramanzia”: quel pantaloncino, quella felpa piuttosto dei guanti rispetto agli altri.

Eh di questo uno in più? Beh si mettiamolo, non si sa mai?-

A pensarci bene, più di scaramanzia, quello di tutte le sere pre-gara, è
più un rito e i riti si sa hanno la funzione di rafforzare il senso di appartenenza al gruppo e di sottolineare il prestigio e l’importanza di quello che stiamo per fare.

Partiamo presto, qualcuno dorme, i più piccoli fanno un tremendo baccano piacevole, qualcuno ride, qualche altro, i più tesi, guarda nel vuoto.

Partono arrivano a Barletta al Paladisfida e continuano ad affermarsi i Nostri Fighter: gli atleti dell’Accademia delle Arti Marziali e Sport da Combattimento.

Campionati Interregionali FIKBMS Sud Italia

Tra i circa 500 atleti che hanno partecipato al campionato, nelle gremite categorie, si distinguono gli atleti della “scuderia Lucana” che portano a casa un bottino ricchissimo.

Oro per Giuliano Marzano nella categoria -69kg light contact e fuori al primo turno nella Kick Light, da ricordare che Giuliano è un’atleta già qualificato ai Campionati Nazionali di Low Kick Contatto Pieno nella categoria -67kg.

Oro per Samuele Colucci nella categoria -74kg light contact e Bronzo nella disciplina Kick Light, dove l’atleta lucano ha dovuto affrontare nel suo unico incontro, Dell’Olio Antonio, atleta di Punta della Nazionale, già Campione del Mondo 2018.

Nella categoria OldCadet, -40kg Oro per Luca Lovallo solo in categoria, Lovallo decide di combattere nella categoria superiore, dove disputa un match bellissimo purtroppo senza risultato.

Negli junior/senior due gli atleti schierati nella -60kg: Michele Mancinelli e Giovanni Di Feo. I due, giovani ma determinati, acerbi ma grintosi, concludono al meglio questa loro esperienza agonistica insieme ad
Aiello Blasi Gioele e Zaccagnino Leonardo che partendo da lontano (in 20 gli atleti della categoria +60kg, la più gremita della seconda fase del Sud Italia), non riescono a superare gli ottavi.

Un oro ed un argento nel femminile per Nives Aiello Blasi, nel dimostrativo e nella categoria -55kg. Appena passata nella categoria seniores BMN, Nives ha così accesso al Criterium ed alla selezione per i Campionati Italiani.

Doppio Oro per Rutigliano Carmine e Dilernia Francesco Pio (bronzo nel Point), i due atleti accompagnati all’angolo dal M. Savino Di Bisceglie,
conducono i match mostrando la loro giovane ma grande esperienza.

Negli Young Cadet +45 kg GAV Simone Fabrizio, insieme a Gabriele Guglielmi, pur dopo aver condotto due bellissimi match, prendono la medaglia di Bronzo, in una categoria di peso (essendo i più leggeri) troppo svantaggiosa per loro.

Nella categoria Young Cadet femminile brillano Viola Monaco e Marika Telesca rispettivamente Oro e Argento.

Nei giovanili una bellissima esperienza, non priva di risultato, quella dei più piccoli:
Lorenzo Monaco -24 kg Argento
Gabriel Guma -30kg Argento
Emanuele Colella -30kg Oro
Antonio Di Bianco -33 kg Argento
Cristiano Chiriac Bucur -36kg bronzo
Romano Antonio +36kg Argento
Cuccovillo Francesco +36 kg Oro.

Archiviano anche la trasferta Pugliese, nella Kickjitsu (Settore Shootboxe-Mma), due fantastiche ed emozionanti prestazioni, quelle di Donatello Angerame e Corrado Esposito che colpiscono, proiettano, passano la guardia e finalizzano i propri avversari conquistando altre due preziose Medaglie d’Oro (entrambi nel primo minuto di gara).

Felicissimo il presidente Telesca Bartolo, per questo successo dichiara:

“Ad arricchire il lavoro del direttore tecnico Massimiliano Monaco, quello dei nostri indispensabili tecnici Serena Lamastra, Alfredo Falconieri e tutti i ragazzi del nostro Team, che continuano la tradizione del Maestro Gianni Befà, pioniere della Kickboxing Lucana. Un grazie ai Tecnici ed ai volontari della nostra Associazione, a tutti gli sponsor, gli amici, i genitori ed agli appassionati che ci sostengono, al nostro delegato regionale Biagio Tralli e infine, voglio ringraziare anche i signori medici ed il personale del Centro di Medicina dello Sport di Potenza che in ogni occasione, si fanno in quattro per noi e per tutti gli sportivi del capoluogo, talvolta andando oltre il limite delle loro possibilità, proprio come lo Sport insegna.”

Presidente Bartolo Telesca – Accademia delle Arti Marziali

Marzano bronzo in prima serie al Criterium | Seminario di “Point Fighting” con il Team Barrus | Next step: 2a fase Interregionale Sud, Barletta

Una settimana intensa per l’Accademia tra il Criterium al Playhall di Riccione e il seminario di point fighting con il M° Roberto Montuoro e tutto il “Team Barrus”

Il giorno 9 febbraio si è svolto presso il “Playhall” di Riccione il Criterium FIKBMS valevole per le qualificazioni ai campionati nazionali assoluti di kick boxing.

Brillante esordio per il nostro Giuliano Marzano nella prima serie “low kick” -67,5 kg contatto pieno. Match tiratissimo fin dall’inizio scambi veloci e precisi scambi veloci duri e precisi da parte di entrambi gli atleti che finiscono entrambe le riprese in pareggio. In caso di parità assoluta, il regolamento prevede il sorteggio casuale del vincitore da parte del computer di gara, regola che vede trionfare l’avversario: Giammarco Vettraino.


Strappiamo un Bronzo, perché solo 4 in categoria, e la classificazione ai Campionati Italiani.
Non si esalta una prestazione quando non si vince, per evitare di creare false convinzioni negli atleti, per non confondere il “pubblico” appassionato, per il rispetto degli avversari che si affrontano e perché TU Giuliano Marzano non ne hai bisogno.
Con un mix di Amaro in bocca, soddisfazione, rabbia e voglia di fare meglio, analizziamo serenamente i nostri risultati e ci concentriamo sulla prossima competizione.

il DT Massimiliano Monaco

Commenta così la trasferta il M° Massimiliano Monaco, contento comunque della qualificazione alle nazionali essendo in 4a posizione.

Soddisfatti anche i M° Alfredo Falconieri e M° Bartolo Telesca, anche loro colpiti dalla tenacia del nostro Giuliano che torna ancora più motivato ad allenarsi.

Alfredo Falconieri - Massimiliano Monaco - Giuliano Marzano - Bartolo Telesca

Presente al suo angolo anche il DT della Nazionale Italiana, soddisfatto anche delle prestazioni del suo team Dynamic Center Matera, che conquista ben 7 ori, 2 argenti e 5 bronzi.

I risultati nel dettaglio:

Gravela Antonio -57 Kg K-1 Junior primo classificato
Montemurro Mattia -57 Kg Low Kick Junior secondo classificato
Vivilecchia Alessio -60 Kg Low Kick Junior primo classificato
Musto Antonio -63.500 Kg Low Kick Junior primo classificato
Musto Donatello -71 Kg Low Kick Junior terzo classificato
Di Pede Eugenio -71 Kg Low Kick Junior terzo classificato
Ruggieri Claudio -75 Kg Low Kick Junior primo classificato
Alla Stiven +91 Kg Low Kick Junior primo classificat

Con il successo ai campionati italiani questi atleti potranno indossare la divisa azzurra per prendere parte ai campionati europei di Budapest che si svolgeranno a fine agosto 2019.

Al Criterium hanno partecipato anche tre atleti senior. Di seguito i risultati ottenuti.

Montemurro Vito -57 Kg Low Kick terzo classificato
Andrulli Danilo -67Kg K-1 primo classificato
Debora Fiorino -65 Kg Low Kick terza classificata

Con il successo ai campionati italiani questi atleti potranno indossare la divisa azzurra per prendere parte ai campionati mondiali di Sarajevo Bosnia ed Erzegovina 2019.

Nella Coppa del Presidente sono stati schierati altri tre atleti. Di seguito i risultati ottenuti.

Sacco Andrea -54 Kg Low Kick primo classificato
Andrisani Damiano -57 Kg Low kick secondo classificato
Bruno Marco +91 Kg Low Kick terzo classificato

Sono soddisfatto dei risultati ottenuti anche se alcuni di loro dovranno ancora migliorare per poter vestire la divisa della Nazionale.

DT della Nazionale – Biagio Tralli

Seminario di Point Fighting a Potenza

Il M° Roberto Montuoro e il M° Luigi Petito insieme al Team Barrus inaugurano l’apertura del nuovo settore

Il “Point” è una delle discipline della #kickboxing, probabilmente la più dinamica, che su proposta del nostro DT Massimiliano Monaco abbiamo deciso di “abbracciare”, inserendola come proposta didattica all’interno del programma dell’accademia.

Il “Point” è una delle discipline della #kickboxing, probabilmente la più dinamica, che su proposta del nostro DT Massimiliano Monaco abbiamo deciso di “abbracciare”, inserendola come proposta didattica all’interno del programma dell’accademia.

Una prima lezione “introduttiva” che ha coinvolto adulti e kids, con una presentazione dei fondamentali “Regolamento e Posizione di guardia” insieme ad un allenamento pliometrico per sviluppare un aumento della potenza, rapiditià, esplosività, coordinazione motoria e precisione ed una spiegazione sul “blitz”, un’importante tecnica simile ad una stoccata e classica dello stile del point fighting.

Il mondo delle arti marziali è mooolto vario, sento parlare tanto di umiltà, rispetto, insegnamento delle regole ma poi tanti sfociano in arroganza, abuso e sicuramente con l’arrogarsi il diritto di scriversi regole proprie.
Poi vieni invitato da Massimiliano Monaco e ti si apre il cuore a vedere che tutto quello in cui credi C’È e allora “lavori” dandoti il più possibile senza risparmiarti, con il sorriso dentro e fuori e percepisci che tutto è in armonia.
Finisci l’allenamento e tutto si consacra con l’ospitalità che contraddistingue gli uomini di classe con una splendida serata a tavola, goliardica e cordiale.
Null’altro da aggiungere.
Non vediamo l’ora di tornare.

M° Roberto Montuoro

Parte dell’allenamento che registra il SOLD-OUT lo trovate sulla nostra pagina facebook!

Pronti per il 2a fase Interregionale Sud e King of the Ring (Trofeo della disfida)

A Barletta il prossimo 17 febbraio presso il Palasfida a Barletta (BA) l’Accademia convoca 24 atleti

Settimana intensa per la kickboxing lucana, di seguito gli atleti che parteciperanno alla competizione insieme agli atleti della Spartacus Boxe di Francesco Margiotta.

In bocca al lupo a tutti gli atleti! #FIGHTISOURLIFE

Non perderti tutte le news, i video degli incontri e le video pillole, SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK – Accademia delle Arti Marziali e Sport da Combattimento

Seminario di POINT FIGHTING con il M° Roberto Montuoro

Roberto Montuoro, classe ’73, napoletano DOC e con una grande esperienza di tecnico, allenatore ed atleta. Questo il suo curriculum in breve:

  • Tecnico federale FIKBMS (federazione italiana Kickboxing-Muay thai- shoot boxe)
  • Cintura nera 6º grado Kickboxing Fikbms
  • Cintura nera 3º Dan karate FIJLKAM
  • Presidente A.S.D. Hedonè Club
  • Vice Presidente A.S.D. NAK
  • Direttore tecnico nazionale italiana cadetti e juniores FIKBMS 2006-2015 Risultati agonistici Specialità Kickboxing
  • Atleta nazionale italiana FIKBMS per 12 anni
  • Tre medaglie di bronzo campionati mondiali WAKO
  • Due medaglie di bronzo campionati europei WAKO
  • Campione europeo professionisti WAKO 1995
  • 17 titoli nazionali FIKBMS Specialità karate
  • Oro campionati italiani universitari 1996 e 1998

Iscriviti al seminario!

Lunedì 9 febbraio 2019 – ore 18:00 – 20:00 palestra LevelUp Potenza

Il seminario fa parte di uno degli appuntamenti del percorso di formazione riservato agli atleti e agli iscritti all’Accademia delle Arti Marziali.

Il Seminario è frutto dell’impegno dei soci dell’accademia e realizzato grazie ai fondi della “Lotteria dell’Accademia 2019”

Gli atleti team Barrus si affiancheranno ai Maestri durante il percorso che vedrà altri appuntamenti nell’anno. Quello di lunedì vedrà protagonisti Francesco Lughetta e Mirko Crispo atleti di spicco internazionale all’attivo titoli italiani, presenze in azzurro e due medaglie di bronzo a squadre nella gara tra le più importanti al mondo: gli Irish OpenFine.

ISCRIZIONI CHIUSE

Muay Thai a Potenza!

Ritorna il tanto atteso appuntamento con il M° Itthipol Akkarsivorn

Week end all’insegna della MUAY THAI per gli atleti lucani che hanno preso parte al seminario del Maestro ITTHIPOL AKKARSIVORN, pluricampione di “Boxe Thailandese”, organizzato dal M. MONACO MASSIMILIANO e dallo staff dell’asd Accademia delle Arti Marziali e degli sport da Combattimento.

Muay Thai - Potenza - Itthipol
M° Itthipol Akkarsivorn aka “Khieo”

Nato a That Phanom in un villaggio nel nord-est della Thailandia, ITTHIPOL inizia la pratica della thai sotto la guida dello zio all’età di 10 anni.

Tra le sue conquiste il terzo posto nazionale nello stadio (dedicato alla Boxe Thailandese, il Lumpinee Stadium) più prestigioso della Thailandia, 5 titoli mondiali ed un intercontinentale.

Seminario di Muay Thai

Un Appuntamento ormai radicato se consideriamo che dalla prima volta sono passati ormai circa 16 anni da quando per la prima volta ospite a Potenza, AKKARSIVORN ha portato la MUAY THAI nel capoluogo.

Un’esperienza immensa quella trasmessa dal Maestro. Difficile il suo esordio. Una vita fatta di sacrificio. Tanta passione. Questi gli ingredienti che hanno permesso ad Itthipol di essere quello che è oggi. Un’icona sorridente di riferimento indiscussa di questa fantastica Arte, che con serietà, professionalità ed eccellente didattica, è riuscito a coinvolgere tutti i partecipanti alla sua lezione magistrale.

Ho iniziato a combattere a 10 anni, un po’ tardi per chi vive in Thailandia, dopo aver visto mio fratello perdere un incontro.
Ho preparato il mio primo match da solo, colpendo un sacco di iuta riempito di sabbia.
Ho perso alla seconda ripresa, in Thailandia anche da bambini si colpisce con tutto il corpo. Non ho ricevuto nessun premio di consolazione nonostante fossi un bambino e nessuna parola di conforto.

La sconfitta era una sconfitta e ho capito che la strada sarebbe stata lunga.

Itthipol Akkarsivorn
Bartolo Telesca - Massimiliano Monaco - Itthipol Akkarsivorn
Massimiliano Monaco – Itthipol – Bartolo Telesca

La Muay Thai, da noi occidentali chiamato spesso con il nome di Thai Boxe è lo Sport nazionale thailandese sin dai tempi antichi, si parla di circa 2000 anni. 

Senza un’adeguata preparazione atletica è letteralmente impossibile divenire un lottatore di Muay Thai e, infatti, a essa è dedicato almeno un terzo se non metà dell’allenamento. Un fighter deve possedere contemporaneamente resistenza aerobica e muscolare, forza esplosiva, precisione e velocità e un’enorme agilità. 
Nel Muay Thai del lignaggio Akkarsivorn si utilizza tutto il corpo come un’arma naturale per colpire e difendersi

Tutto è permesso, tranne i colpi ai genitali, protetti dalla conchiglia. Si utilizza una vasta gamma di percussioni in piedi e di tecniche di clinch.

La disciplina è nota come “l’arte delle otto armi” o “la scienza degli otto arti” perché consente ai due contendenti che si sfidano di utilizzare combinazioni di pugni, calci, gomitate e ginocchiate, quindi otto parti del corpo utilizzate come punti di contatto rispetto ai due del Pugilato, oppure ai quattro della Kick boxing, con un’intensa preparazione atletica e mentale che fa la differenza negli scontri a contatto pieno. 

La muay thai costituisce inoltre un fondamento per tutti gli atleti che volessero intraprendere lo studio dello Striking specifico per le MMA (Mixed Martial Art).

La Muay Thai in Basilicata

14 Aprile 2019 – “Brave Hercules” @ Policoro

Ad Aprile in programma il primo galá di Muay Thai FIKBMS “Brave Hercules” organizzato a Policoro dal M° Nicola Carella responsabile FIMT (Federazione Italiana Muay Thai) ed il responsabile regionale federale M° Biagio Tralli.

A proposito del Brave Hercules vi riproponiamo la chiacchierata con l’organizzatore Nicola Carella: Salve, mi chiamo Nicola Carella, ho 36 anni e sono il Direttore Tecnico dell’ ASD BLACK CORNER Muay Thai di Policoro. Dopo 13 anni vissuti a Parma come atleta e secondo Allenatore nel Team Mazzini, Team del leggendario Maestro Adriano “the Burma” Mazzini, nel 2014 torno a Policoro e dopo un anno fondo il Black Corner. Il tutto nasce dalla profonda passione per la Muay Thai che per me, come dico sempre ai miei ragazzi non è uno sport, ma uno stile di vita. Non è stato facile partire, la Thai era una disciplina sconosciuta ma con impegno e costanza sono riuscito a creare un punto di riferimento per molti ragazzi.

Salve, mi chiamo Nicola Carella, ho 36 anni e sono il Direttore Tecnico dell’ ASD BLACK CORNER Muay Thai di Policoro. Dopo 13 anni vissuti a Parma come atleta e secondo Allenatore nel Team Mazzini, Team del leggendario Maestro Adriano “the Burma” Mazzini, nel 2014 torno a Policoro e dopo un anno fondo il Black Corner. Il tutto nasce dalla profonda passione per la Muay Thai che per me, come dico sempre ai miei ragazzi non è uno sport, ma uno stile di vita. Non è stato facile partire, la Thai era una disciplina sconosciuta ma con impegno e costanza sono riuscito a creare un punto di riferimento per molti ragazzi.

Ad affiancarmi nella Muay Thai è invece l’allenatore Vincenzo Laviola. Ad un anno dalla nascita del Black Corner ebbi l’idea di organizzare un evento, per la prima volta portavo nella mia città un ring e tutti potevano assistere a dei veri e propri incontri. Cosi nacque il BRAVE HERCULES, la prima edizione fu in Piazza Heraclea all’interno dei Giochi della Magna Grecia, organizzato con il mio Amico Maestro Massimiliano Monaco, fu una vera e propria festa dello sport e ci furono oltre 30 incontri tra bimbi e match di Muay Thai Light. L’anno successivo nel 2016, spostai il Brave Hercules nella splendida cornice del Palaercole di Policoro e iniziai ad inserire un vero e prorpio galà serale con match di livello più alto e con atleti professionisti. L’evento ha avuto una crescita esponenziale diventando un vero e proprio appuntamento per gli amanti della Muay Thai. Ho cercato di apportare miglioramenti ogni anno e ho riservato sempre belle sorprese al pubblico. Sempre presente al mio fianco Master Clod Alberton, sicuramente un’icona e un riferimento Italiano per gli sport da combattimento. Nelle 4 edizioni precedenti al Brave Hercules hanno combattuto atleti di livello internazionale, per citarne alcuni penso a Claudio La Sorte, Lobascio, Della Caggia, Cardea, Mazareanu, Marcialis e l’atleta alfiere del Black Corner Giovanni Gallicchio che lo scorso anno ha conquistato il titolo di Campione Italiano -60 kg.

Quest’anno il Brave Hercules V sarà il 14 Aprile, al mattino e fino al pomeriggio avremo tanti match di Muay Thai e K1 light e classe C, mentre dalle 19 inizierà il Galà serale e ci saranno 9 Match tra atleti professionisti.

La Card è a buon punto, ho chiuso dei match con atleti tra i migliori del panorama italiano. Vi regalo solo un paio di anticipazioni, si affronteranno la fortissima ANTONELLA ZIZZI (Team D’Amico) e RACHELE RAGOSTA (Team Vivenzio), un match che si preannuncia esplosivo. E ancora ad incrociare i guantoni saranno PASQUALE AMOROSO (Team Vivenzio) contro MICHELE LOBASCIO (Team Sassanelli), un altro match che non vediamo l’ora di ammirare. Il resto della card la sveleremo nei prossimi giorni. In più quest’anno avremo un match per la CINTURA ITALIANA BTF.

Non mi resta che continuare nel mio lavoro di organizzazione che vi assicuro è costante ed estenuante, ringrazio i miei stretti collaboratori che ogni anno rendono possibile tutto ciò, mio padre Vito Carella presidente dell’asd Black Corner, il mio amico Dott.Salvatore Leone vice presidente dell’Asd Black Corner, il mio amico Claudio La Sorte e Master Clod Alberton.

Itthipol Akkasrivorn – Seminario di Muay Thai — 27 gennaio 2019

Seminario Muay Thai Itthipol - 27 gennaio 2019
Seminario Muay Thai Itthipol - 27 gennaio 2019

Nato a Phanom (Thailandia) nel 1978, oltre 180 match da professionista alle spalle, ben 5 titoli mondiali, 1 titolo intercontinentale e 3° nel ranking del prestigioso palcoscenico mondiale della Muay Thai, il Lumpinee Stadium di Bangkok. Un curriculum a dir poco incredibile e che descrive anche poco le incredibili capacità tecniche che il tailandese è in grado di trasmettere durante i seminari, capacità che purtroppo non è così comune avere anche tra i grandi atleti.

Itthipol Akkarsivorn - Muay Thai Potenza

Il maestro Itthipol vi aspetta a Potenza presso la palestra UpLevel Domenica 27 gennaio 2019 :

Il turno del sabato è riservato agli atleti regolarmente tesserati all’ASD e appartenenti al Team degli agonisti. Per ulteriori informazioni contattare il Direttore Tecnico.

  • dalle ore 10:00 alle 11:00 per il turno KIDS
  • dalle ore 11:00 alle 13:00 per gli adulti

Un’occasione imperdibile per tutti gli appasionati di kickboxing, muay thai e degli sport da combattimento.

Il seminario è a NUMERO CHIUSO.
E’ necessario quindi prenotarsi compilando il seguente form. Le iscrizioni chiudono Venerdì 25 gennaio.



No


BiancaGIallaArancioneVerdeBluMarroneNera



No

TRAIN WITH US!
TRAIN WITH ITTHIPOL!

Mediterraneo Cup 2019

Mediterraneo Cup Palapergola

Si è svolta domenica 13 gennaio presso il palazzetto dello sport Palapergola di Potenza, la seconda edizione del BJJ MEDITERRANEO CUP, competizione lucana di Jiu Jitsu Brasiliano, valevole per il punteggio del Ranking Nazionale

Femminile GI BJJ


L’evento, promosso dal Maestro Massimiliano Monaco e dallo staff dell’ ASD Accademia delle Arti Marziali e Sport da Combattimento, ha avuto anche il patrocinio dal presidente della UIJJ (Unione Italiana Jiu Jitsu), Dario Bacci, visto che in solo due anni si è collocato ai vertici dei Challenge organizzati nel sud Italia.  
La risposta è stata positiva e la partecipazione massiccia, come ci si aspettava; il Mediterraneo Cup ha infatti registrato 389 atleti provenienti da tutta Italia.
Il jiu jitsu brasiliano è un’arte marziale efficace e non violenta che ha rivoluzionato l’intero panorama degli sport da combattimento, differenziandosi per strategia e metodologia. 
La sua peculiarità sta nell’essere basato principalmente su tecniche di leva articolare e di strangolamento, usate soprattutto dopo aver portato al suolo l’avversario, per costringerlo a desistere dal combattimento o a non essere più in grado di continuarlo. 

Achill Lock BJJ No-GI


Sebbene lo stile di jiu jitsu in questione sia fortemente orientato al combattimento, la pratica quotidiana di questa disciplina non è violenta ma al contrario sicura e compatibile con persone di ogni genere ed età e porta con sé una serie di benefici notevoli, che vanno al di là delle tecniche di efficace difesa personale.
La filosofia che regola e sta alla base del jiu jitsu brasiliano, infatti, rende spesso quest’arte uno stile di vita per chi la pratica. Gli appassionati, se guidati nel modo corretto, trovano così una forte motivazione per adottare abitudini più salutari con indubbi benefici per la propria salute e sviluppano una maggiore sicurezza in sé stessi.  
Puntuale e precisa l’organizzazione che ha riscosso un enorme successo e grandi consensi da parte di tutti i team che hanno aderito. Importante la partecipazione dei più piccoli e del gentil sesso, a conferma che questa disciplina è praticabile da tutti, fin dalla prima infanzia. 


Ad aggiudicarsi la Mediterraneo Cup il team nazionale Budo Clan del maestro Bacci capitanato in regione da Massimiliano Monaco, secondo classificato il team nazionale Tribe Jiu Jitsu del maestro Tisi rappresentato in Basilicata da Tommaso Tricarico, al terzo posto la Carlson Gracie Team Italia.
Questa la sintesi a caldo pubblicata dall’organizzatore Massimiliano Monaco sulla sua pagina facebook:

“Come già scritto più volte, come spesso accade per le cose importanti, tutto inizia per caso, come per magia. Piano piano poi tutto rientra in una fantastica routine, tutto come sempre… si arriva al palazzetto e per i neofiti del jiu jitsu brasiliano qualcosa non quadra… scansionano gli sguardi, le facce tese e pallide, le dita incerottate e quello strano modo di muoversi, ci mettono un pò per capire che si tratta delle orecchie…Non è l’unica cosa che notano quando entrano nel mondo di questi ragazzi in cui il cameratismo è altissimo, in cui tutti si salutano, si sfidano e si rispettano…ma dopo che l’hanno notato, è la prima cosa che vedono…per un pó non vedono altro. Qui, le braccia degli uni si poggiano sulle spalle degli altri, dalle transenne, si sostengono i compagni di team impegnati nel combattimento, tutti gridano, si infervorano e si respira adrenalina. La senti. Si strattonano, si spingono e a tratti si odiano, poi si sorridono, si danno delle grosse pacche sulle spalle e si rispettano in questa variante sportiva di questa meravigliosa Arte Marziale.Soddisfatto e orgoglioso di aver portato questa disciplina nella mia città. Soddisfatto e onorato di aver promosso un evento #UIJJ, il BJJ Mediterraneo Cup nella mia regione, insieme a Tricarico Tommaso.Soddisfatto e felice per il Primo Posto nella Classifica a Squadre, vinto dal Nostro Team, #budoclan M° Dario Bacci. A loro, all’ Unione Italiana Jiu Jitsu, a tutto lo staff della Mediterraneo Cup e a quello dell’ Accademia delle Arti Marziali e degli Sport da Combattimento, ai 389 Atleti provenienti da tutta Italia, a tutti Maestri e Tecnici che ci hanno sostenuto, agli Sponsor, al Comune di Potenza, all’assessore allo sport Valeria Errico, al Presidente del Coni #basilicata Leopoldo Desiderio e al numeroso pubblico, esprimo il mio più sentito ringraziamento.Vi aspettiamo per l’edizione 2020″

Massimiliano Monaco